giovedì 30 ottobre 2014

La pupù nel vasino

Il Piccolissimo ha compiuto nove mesi. Balbetta un arrabbiato "ma-mm-ma" quando ci vede distratti e batte le manine solo se ne ha voglia. Per il resto fa il pigrotto. Non ha nessuna voglia di gattonare, nè di imparare i versi degli animali. Passa le sue giornate sereno e spensierato, rotolandosi allegro tra le braccia della sua babysitter. 
Dite che dovrei preoccuparmi? Io dico di no. Perché penso che non si possa crescere un bambino facendo confronti con i suoi piccoli coetani ("mia figlia alla sua età già parlava, camminava, sillabava il suo nome in inglese, ecc., ecc. "). Mi piacerebbe crescere mio figlio rispettando i suoi tempi e la sua personalità, seguendo i ritmi del suo cuore invece che le aspettative degli adulti. 
Detto ciò, per la serie 'tuttelemammehannofiglispeciali', il mio Piccolo fa una cosa che altri piccoli non fanno: la pupù nel vasino.



È stata la mia amica Maria Elena ad indirizzarmi su questa strada. 
Il suo Pupetto proprio non voleva saperne di staccarsi dal pannolino, nonostante fosse giunto per lui il momento di cominciare l'asilo. La sua mamma allora mi dice "Se avessi saputo che potevo farlo prima, avrei cominciato da tempo l'educazione al vasino..." Poi mi manda un link con un video ed un invito "Guardalo: tu che sei ancora in tempo!"

Di cosa si tratta? Ve lo spiego subito. Si chiama Educazione precoce e assistita al vasino (in inglese EC, Elimination Communication ) ed è un'abitudine ancora poco diffusa in Italia. In pratica si tratta di educare sin dai primissimi mesi di vita il Pupo all'uso del vasino, spesso con lo scopo di eliminare del tutto i pannolini già dopo tre mesi.
Follia? Lo pensavo anch'io! E guardando quelle mamme un pò fricchettone e dai sani principi ecologisti mi son detta "Sono tutte matte!"
E poi... e poi è successo che una prova la si può fare, che alla fine non costa nulla, al massimo il Piccolissimo non farà nulla...
Invece già dal primissimo tentativo il Pupo è riuscito nell'impresa: seduto sul water, ha fatto la pupù. E sapete la cosa che più mi ha stupito? L'assoluta naturalezza con cui se ne stava seduto li, a fare i suoi bisognini senza sforzo o paura.
Da allora è passato un mese: ora raramente il nostro Piccolissimo sporca il suo pannolino. Ad ogni cambio, lo sediamo sul simpatico riduttore che intanto abbiamo comprato; lui immediatamente dá qualche spinta e se deve farla, la fa senza problemi. Altrimenti giocherella un pò con la carta e poi via, infiliamo un nuovo pannolino.




Perché va detto, io non ho alcuna intenzione di eliminare i pannolini. Eppure da un mese a questa parte la nostra vita è cambiata. Niente più sederini arrossati, niente più stitichezza, un'assoluta serenità che ben ci fa sperare: magari, in futuro, non ci saranno traumi da distacco. 
Il Piccolo ha cambiato le sue abitudini, è diventato molto regolare e ho la sensazione che abbia imparato a trattenersi quando non è sul vasino (non si spiegherebbero altrimenti i suoi pannolini sempre puliti...)
Magari ora qualcuno si chiederà il perché di questo post, la ragione per cui mi sono messa qui a parlare di vasini e pupù... 
È perché penso che le esperienze positive vadano condivise, che essere mamma non è facile affatto... Meglio allora darsi una mano e chissà, magari qualcun altra vorrà provare e vedrà semplificarsi anche la sua vita. 
Bye bye pannolini puzzolenti! Benvenuto vasino!

Ps: è arrivato un nuovo amico nella nostra casa, dono di Isabò...ma ve ne parlo la prossima volta, al ritorno da un mini viaggio! Baci!

4 commenti:

  1. Sono lusingata e felice! Il mio bambino fa qualche progresso, ma siamo ancora a metà strada. In compenso, mi fa molto piacere il fatto che la mia esperienza negativa sia servita al mio Panzerotto preferito. Bravissimo!!! Mmmuaaa!

    RispondiElimina
  2. Ciao Carmela, questo post mi ricorda quando il mio bambino era piccolino... Non so perché ma fino a che i bambini non raggiungono una certa autonomia scatta un meccanismo tra genitori del figlio supereroe... Fortunata che poi passa ^_^ bellissimo blog, mi fa piacere che ti sei unita al giveaway, a presto un saluto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Roberta! I complimenti fanno sempre piacere, specie per un blog piccino picciò come questo... Non vedo l'ora di vedere il tuo lavoro per il giveaway: sbirciando nel tuo blog ho avuto la certezza che sará fantastico!

      Elimina